Simone Menicacci : “Solito nuovo mondo”

Share Button

1486657_10200863406346852_2038625671_n

sottotitolo: “Il vecchio cammino degli oggetti lungo un nuovo pentagramma”

Vernissage : sabato 22 marzo, dalle ore 18.00, dalle 19 performance sonora dello stesso autore

Durata mostra : da sabato 22 marzo a domenica 30 marzo 2014

Ingresso libero

Orari : da lunedì a venerdì h 10 – 12; sabato 15.30-19; domenica h 11-12.30 e 15-17

Curatore : Fabrizio Gilardi di Action Art

Note : organizzazione e ufficio stampa a cura di Action Art e Pro Loco Lacchiarella

Genere : Arte contemporanea, pittura, fotografia, performance sonora

Email : fabgilgoin@tiscali.it

Web : http://actionart.jimdo.com/

Solito nuovo mondo

Il vecchio cammino degli oggetti lungo un nuovo pentagramma
L’ossessione per il particolare di Simone Menicacci risulta ancor più evidente nei dipinti, fino ad apparirci ossessiva, ma è ben presente anche nei suoi lavori fotografici. Egli sviluppa una ricerca che sceglie come soggetti dell’immagine le cose e mai le persone, cercando però di trattarle come avessero un anima e, forse soprattutto, una coscienza.Tutto ciò è certamente un riflesso della nostra coscienza, sta di fatto, che, in queste opere, le cose ci sembrano quasi avere una vita e ciò crea un fascino che puo’ portarci a sentire e capire qualcosa di più su di noi, visto che tutte queste sensazioni partono da noi e sono quindi un riflesso di ciò che noi siamo.
Pur essendo ben inserito nella contemporaneità, come possono testimoniare le sue frequenti serate da chitarrista e compositore rock, in Menicacci è presente anche un aspetto di dubbio e messa in discussione verso il consumismo estremo e la perdita dei valori tradizionali, come ci fa notare con la scelta di ritrarre per solito oggetti semplici, talvolta abbinati a frutti e spesso inseriti in paesaggi naturali che, in certi casi, arrivano a costituire il soggetto unico e tutto sempre con gramde risalto alla piega, alla singola ombra, al dettaglio di un contrasto di luce con modalità che mai fanno pensare allo sfarzo ma anzi in modo da colmarr il tutto di significati metaforici.
Forte della sua preparazione musicale Simone Menicacci ha lavorato ultimamente ad aspetti performativi sonori abbinati a singole immagini della sua produzione pittorica e fotografica che sviluppano ulteriormente, con altro linguaggio forse ancor più inserito nel fluire dei tempi, i temi a lui cari.

( Testo di Fabrizio Gilardi )

Simone Menicacci è nato a Vigevano nel 1977 e attualmente vive a Castello d’Agogna (PV). Si occupa di fotografia e di pittura da circa cinque anni e ha esposto in diverse realtà della sua zona e di pittura Ha al suo attivo diverse esposizioni personali e collelttive tra le quali due a Milano organizzate da Action Art. E’ musicista di solidi studi seguiti con costanza fin da bambino, che lo hanno portato a far parte di gruppi, come chitarrista e voce, spaziando tra diversi generi e anche a esibirsi come solista.

L’organizzazione della mostra è di ‘Action art’.
Action Art è una realtà sorta nel settembre 2009, che si propone l’obiettivo di sostenere giovani artisti emergenti, alla ricerca di visibilità sul mercato, ma privi della rappresentanza di una galleria o di un curatore. L’iniziativa nasce da una serie di appassionati del settore ed è guidata da Fabrizio Gilardi, operatore culturale e artista egli stesso.

Share Button

Yorumlara kapalıdır